The Box

Un film che comincia bene e poi, a circa 30 minuti dalla fine, ti comincia a dare la netta impressione che a un certo punto la sceneggiatura sia andata smarrita e tutto il seguito sia stato girato un po’ a memoria, o proprio a caso.

L’idea del test alieno di sopravvivenza è buona; ciò che non è buono è l’assoluta mancanza di senso della correlazione “bottone-morte del precedente”. O meglio, anche “bottone-morte del precedente” può avere senso, ma in un altro film, in un’altra storia, non in una in cui il bottone serve come test di sopravvivenza. Sono due idee buone, che diventano letame dal momento in cui le metti insieme; un po’ come ideare un’automobile, ideare una bicicletta, e poi sulla base di queste due idee creare unicamente un triciclo col motore. Lo sò, l’hanno fatto; e infatti fa cagare.

Any sufficiently advanced technology is indistinguishable from magic.

(Arthur C. Clarke)

Ciò che si può dire, è che non manchino le citazioni in questo film. Forse quella di Arthur C. Clarke può servire per giustificare il fatto che tutto ciò che accade non è magia, non è paranormale, ma tecnologia avanzata. Ma magari si poteva togliere qualcuna di tutte le inutili e superflue magie tecnologie, e aggiungere qualcosa in più alla trama; ad esempio, evolvere verso la seconda prova, che viene menzionata ma non illustrata. “Human Resource Exploitation” è di nuovo una citazione, di un documento della CIA che descrive tecniche di tortura; ma sono sicuro che è apparso anche su un libro di fantascienza e su un altro film, o forse su Lost.

– Ha avuto un incidente nel 1958.
– La comunicazione avveniva con un ritardo di circa 2 ore quando il pianeta si trovava a 58 milioni di chilometri di distanza.

(qui citavano me)

Cameron e il suo irritante make-up facciale lasciano gli unici punti a un film di merda.

Rilevante il fatto che, dopo eoni, io sia stato in una sala di cinema piena di gente.



1 Commento a “The Box”

  1. pipboy scrive:

    ecco cosa ha detto il regista alla presentazione del film:

    “Ciao, sono R. Kelly (no, non il cantante che fa pissing sulle minorenni) e vorrei essere Lynch. Peccato che io sia mongoloide :))))”

Scrivi un commento



» Torna al Blog «




English Translation