Arancia Meccanica

Non avevamo fatto molto, lo so, ma era solo per cominciare la serata e mica mi voglio giusti fica cacare con te o voi. Ora i coltelli nel latte stavano cominciando a bucare davvero cinebrivido.

Immagine di Arancia meccanica

Così lui fece il forzuto con la mammola che stava ancora scriiiiiicciando a tutto spiano come una sirena cinebrivido, tenendole le braccia dietro la schiena mentre io strappavo questo e quello e quell’altro, gli altri che facevano ancora hau hau hau, e furono dei gran bei tuberi che apparvero alla vista con i loro piccoli fari rosa in cima, O fratelli, mentre io lo sbucciavo e mi preparavo per l’immersione. Mentre m’immergevo snicchiavo urli di angoscia e questo martino scrittore che era tenuto fermo da Georgie e Pete quasi riuscì a liberarsi dando di fuori come uno scardinato con le mottate più sporche che già conoscevo e altre che lui stava inventando.

Poi ci fu come una calma e noi eravamo pieni di odio, tipo, così fracassammo tutto quel che restava da fracassare.

Un libro veramente cinebrivido.

Dove pistono adesso, O fratelli miei, solo solicello, voi non ci potete venire. Il domani è tutto tipo fiori profumati e la lezzosa terra continuerà a girare con le stelle e con la vecchia Luna lassù e col vostro vecchio soma Alex tutto solicello che si cerca tipo una compagna. E tutta quella sguana. Un terribile mondo lezzoso e buggarone per davvero, O fratelli miei. E così adieu dal vostro piccolo soma. E a tutti gli altri personaggi di questa storia profondi sguerzi di musica labiale prrrrr. E possono baciarmi le bacche. Ma voi, O fratelli miei, ricordatevi qualche volte di me che fuoi il piccolo Alex vostro. Amen. E tutta quella sguana.

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (2 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...

Scrivi un commento



» Torna al Blog «




English Translation