Macro dei poveri

Ho scoperto che è possibile realizzare foto macro abbastanza decenti anche senza attrezzature particolarmente costose.

Macro mosca

Si possono realizzare anche filmati:
Mosca macro (mentre depone delle uova)
Altro mostrino


Per farle è necessario disporre di un normale obiettivo (non zoom) per fotocamere reflex, che andrà posto al contrario di fronte alla normale ottica della fotocamera. Io ho usato un Nikkor 50mm f/2 H-C di venti anni fa.

Nikkor H-C 50mm

I modi sono due: o lo tenete in mano (magari aiutandovi con del nastro adesivo), oppure comprate su eBay qualche adattatore (rigorosamente cinese, se non volete spendere 30 euro per un pezzo di metallo filettato). L’adattatore si chiama solitamente “coupler” o “reverser”, e non è altro che un anello con filettatura maschio da ambo i lati. Il Nikkor ha la filettatura da 52mm, mentre il tubo per la mia fotocamera da 58mm, così ho comprato un anello 58mm-52mm.

macro-tube-ring-adapter

Macro DIYAccrocco (A720IS + reverse Nikkor 50mm)

Operativamente, bisogna:

  1. Utilizzare la massima apertura (f/2 sul mio) sull’obiettivo rovesciato (per far entrare più luce ed evitare la vignettatura). E’ anche utile settare la messa a fuoco su “infinito”.
  2. Utilizzare la minima apertura (f/8 sulla mia A720) sulla fotocamera (per aumentare la profondità di campo).
  3. Utilizzare il massimo zoom ottico sulla fotocamera, per evitare vignettatura (ossia, l’effetto “periscopio”, che fa vedere gli angoli scuri o addirittura l’intera immagine contenuta in un cerchio).Vignettatura
  4. Per mettere a fuoco, aumentare o diminuire la distanza tra soggetto e fotocamera.

Alcune note:

  1. Serve molta luce per fare foto decenti, e il flash integrato non va assolutamente bene (viene coperto dal tubo dell’obiettivo, e comunque è troppo diretto). Se non c’è il sole, bisogna utilizzare un flash aggiuntivo, oppure un treppiede (se il soggetto non si muove!).
  2. Per evitare la vignettatura, bisogna disporre di un buon zoom ottico e di un obiettivo “veloce” (ossia con grande apertura massima). Per riferimento, uno zoom ottico 6x e un obiettivo 50mm f/2 non produce vignettatura. Con un obiettivo 28mm f/2 (che produce un ingrandimento molto maggiore) lo zoom 6x non è sufficiente.
  3. La messa a fuoco è molto difficile e va fatta manualmente. E’ consigliabile bloccare la messa a fuoco automatica settando la fotocamera su “Manual Focus”.
  4. La profondità di campo è veramente minima. Per aumentarla, si può utilizzare la tecnica del focus bracketing. O acquistare degli obiettivi macro basculanti.
  5. Per strada, se non si dispone di un treppiede o di MOLTA CALMA, in media verranno bene 5 foto ogni 200.
  6. L’obiettivo, se riposto in un calzino, può essere utilizzato per picchiare le persone.



7 Commenti a “Macro dei poveri”

  1. Satyricon scrive:

    molto bene, grazie a questi consigli farò foto da favoLLa, a costo di montare obiettivi su obiettivi a forza di attak e cemento armato.

  2. RadenteVolo scrive:

    sei sicuro di avere un’attrezzatura scadente? complimenti 🙂

  3. condueocchiaiecosì scrive:

    Ahahahah! Grande utilità nel punto 6!

  4. Anonimo scrive:

    Abbiamo il pc uguale. 😛

  5. Anonimo scrive:

    Sono Fluida,dal pc uguale al tuo. 😛 :*

  6. Pierozzo scrive:

    Mi sembra un’idea meravigliosa questa della macro ma non riesco a trovare i coupler o reverser di cui parli, mi daresti un sito dove trovarli (su ebay non ne ho visti)?

  7. Patrizio scrive:

    io li ho presi su ebay. Cerca “ring 52mm-52mm” e troverai qualcosa (ovviamente da venditori esteri)

Scrivi un commento



» Torna al Blog «




English Translation