Usa quotidiano su lastra di vetro

Io so che, da sempre, vetri e specchi si puliscono col vetril, con un foglio di giornale e con l’olio di gomito. Ma – mi son detto – siamo nel 2007, avranno inventato qualcosa di meglio! Così ho comprato dei panni appositi per pulire i vetri. “Non richiede altri prodotti”. “Non lascia aloni”. “Super assorbente”. “Non lascia pelucchi“. Eccetera. Ognuno era accompagnato da una promessa.

Beh ho provato coi vetri della macchina, ed erano più sporchi di prima. Ho provato su uno specchio di casa, e ora ci sono solo aloni. Il panno “super assorbente” è diventato la sua antitesi: un pozzo inestinguibile di liquido e umidità; ovunque lo metto lascia sulla superficie due litri di acqua mista a della schiumetta bianca. E, pensandoci meglio, i pelucchi non li lasciava neanche il pigiama strappato che usavo prima.

Al che, stizzito, ho provato a fare un esperimento. Sono pur sempre un ingegnere. Ho preso un pezzo di vetro pulitissimo, sgrassato, assolutamente lindo e trasparente: se lo guardi, non lo vedi. Ho preso dell’acqua distillata. Ho preso uno dei panni. Ho provato a pulirci il vetro. Beh, è diventato sporco.

Vado a comprare un giornale. E io che mi ero promesso di non comprarne mai più…

 Palazzo a vetri dell’ONU
Chissà come fanno all’ONU?



24 Commenti a “Usa quotidiano su lastra di vetro”

  1. Batsceba scrive:

    i giornali si comprano per questo: pulire i vetri e assorbire l’acqua quando esce dalle lavatrici, dalle vasche, piove dalle finestre… incartare le cose, mettere in forma le scarpe
    😉 auguri per il tuo blog
    peace and love

  2. SP scrive:

    Io ho ancora due pagine interne su madre teresa se vuoi te le spedisco

  3. Patrizio scrive:

    No senti mi piacerebbe di più qualcosa sulle gemelle K.

  4. SP scrive:

    Chiedi a Corona, nel qual caso – ti avverto – è possibile che ti arrivino anche le sue mutande. Autografate.

  5. adriana scrive:

    be’, all’ONU si son comprati una tipografia;
    a..

  6. Caryna scrive:

    carino il blog!

  7. danila scrive:

    eh eh eh mai lasciare e buone vecchie abitudini!!

  8. cara polvere scrive:

    un ingegnere che sa tornare ai vecchi giornali prima ancora che cercare prodotti superbrillanti trapanando l’alaska.
    non è roba da poco-
    un saluto
    paola

  9. mariaserena scrive:

    Un giornale… giornale qualsiasi, immagino. La buona stampa. All’Onu con tutto quel vetro ne servono molti, o invece i giornali li leggono? Naaaaaa

  10. Celly scrive:

    Io sarò molto ignorante, ma…come fai a pulire i vetri coi giornali??! Sarà che non ho mai provato…:-) Comunque carino il blog, passerò di qui ogni tanto! Ciao!!

  11. Patrizio scrive:

    Guarda quante lavatrici di vetri!

    mariaserena e adriana(AAAaaa): non mi convincete. Io non ci credo a questa storia dei giornali per pulire il palazzo dell’ONU. Io continuo a credere che esista un panno miracoloso! Che non ha pelucchi, super assorbente, eccetera.
    cara *polvere*: certo che qua si parla di pulizia casalinga, e arrivi proprio TU.
    danila: ma le buone vecchie abitudini sono faticose! Io voglio poltrire.
    Caryna: caryna te.
    SP: io parlo di gemelle K e tu mi vuoi mettere in contatto con Corona e mi parli delle sue mutande. Ti ho già detto che non passo all’altra sponda, tranne quell’eccezione con Sawyer giusto per il gusto di sfilarlo a te.

  12. Patrizio scrive:

    Celly: si sembra una cosa assurda ma appena provi a poggiare un foglio di quotidiano accartocciato su una superficie vetrosa bagnata con un po’ d’acqua e Vetril scoprirai che le prime gocce assorbite dalla carta lo rendono sufficientemente morbido da poterlo usare per pulire perfettamente.

  13. cara polvere scrive:

    ah. ma io pulisco portando polvere.
    è un metodo piuttosto antico.
    gli oggetti stanno alla polvere come il grano in germoglio sta alla neve
    grazie della risposta
    paola

  14. Celly scrive:

    Wow, nella vita non si smette mai di imparare! Adesso che lo so, devo assolutamente sperimentare questa nuova tecnica! Vetri, tornerete ad essere splendidi splendenti!!! Uaaahahahahha!!!

  15. fragoluzza scrive:

    ehehe… c’è il segreto anche per i nuovi panni!! 😀

  16. johnnysmith scrive:

    Pratico e di poca spesa. Li vuoi davvero far brillare e che se piove l’acqua ci scivoli sopra?
    Va bene il vecchio pigiama, in uno spruzzatore miscela meta’ alcool e meta’ ammoniaca…Garantito al limone.(Va bene anche per qualsiasi superficie liscia come cucine, acciaio, etc etc.Non darlo mai sul legno, scolorisce…)Un bacio, Jo’

  17. Patrizio scrive:

    Oh, finalmente un’ingegnera casalinga. Proverò. Comunque ora sta piovendo quindi ho “risolto” il problema.

  18. maia scrive:

    dio, un altro ingegnere!
    siete la rovina del mondo civile 🙂

  19. Patsy scrive:

    All’ONU credo che usani quei simpatici e prestanti(?) omini lavavetri, ma non credo che li troverai al supermercato…

  20. Patsy scrive:

    usani?!?! USANI?!?!? Oh santo cielo….

  21. donaFlor^ scrive:

    su astri e pianeti non so nulla, ma questo direi che è il mio settore.Per quanto riguarda l’economia domestica potrei risolverti molti problemi.
    Hai davvero un bel blog.
    Tornerò a visitarti 🙂

  22. Patrizio scrive:

    Patsy: no guarda che al SIR ce ne stanno un bel po’ di quegli omini (omiti?!?!? OMITI?!?!?), c’è l’imbarazzo della scelta.

    donaFlor^: oh grazie, ma io in cambio cosa faccio, ti snocciolo a memoria i nomi dei satelliti di Saturno? Ah, quanto è inutile e meschino l’universo di fronte alle casalinghe

  23. Martina scrive:

    Non sempre le invenzioni funzionano e soprattutto non sempre quello che c’è scritto sulle scatole dei prodotti del supermercato è veritiero
    😉

  24. franco scrive:

    W LA VISPAAAAAAAA!!!

Scrivi un commento



» Torna al Blog «




English Translation