Il post delle vacanze

Una cosa che va sempre di moda è ammorbare il prossimo con i racconti delle proprie vacanze. Che si tratti delle Maldive o di uno sperduto paese popolato da zingari dell’ex-Jugoslavia non fa differenza: era tutto fantastico, era tutto meraviglioso, il mare era splendido e le ragazze bellissime, abbiamo pagato pochissimo, siamo stati benissimo, l’animatore era più bravo di Fiorello, e non ti dico come si mangia lì, altro che il mcdonald, peccato solo per il tempo che a volte è stato dispettoso! Il tutto viene solitamente sottolineato visivamente da fotografie (nei casi più disperati da diapositive) praticamente tutte uguali, quasi a sfidare “scova le differenze” della Settimana Enigmistica. Nei casi peggiori, ci si ritrova davanti a un televisore con filmini noiosissimi corroborati da frequenti interruzioni per saltare alcune parti che è meglio non far vedere.

La cosa può andare avanti anche per mesi. Verso dicembre ceni con qualche persona, e alla fine sai anche il colore e il peso specifico delle posate utilizzate durante il pranzo del terzo giorno della crociera che si sono fatti.

Purtroppo io non sono capace di fare questi discorsi (né di ascoltarli). Quindi sarò sintetico.

Luogo delle vacanze:
Un posto famosissimo, sta su tutti i telegiornali perché è andato a fuoco.

Resoconto:
Quasi tutto si è svolto su 3 piani.
Piano 1: dormire, leggere
Piano 0: mangiare, aspettare
Piano -1: galleggiare, leggere

Foto:
Vieste 2007 - Castello nel lerciume Mare - Vieste 2007 Vieste 2007 - Don’t Panic



14 Commenti a “Il post delle vacanze”

  1. adriana scrive:

    vorrei, davvero, che tu rifacessi il preambolo… troppo lungo, stride col concetto che vuoi esporre…
    -invece- il finale è ‘semplicemente delizioso’
    ciao
    a..

  2. Patrizio scrive:

    Beh senti si potrebbe sintetizzare tutto il concetto coniando un nuovo termine. Chessò, “irricanza”. Da irrito e vacanza.

  3. SP scrive:

    Guai a te se gridi al fuoco!

  4. Patsy scrive:

    Ma non avevi perso i capelli? Quando e dove li hai ritrovati???

  5. Patrizio scrive:

    SP: non lo faccio mai! Al massimo mi lascio prendere dal panico quando non succede assolutamente niente.
    Patsy: se guardi da vicino scopri che alcuni mancano.

  6. Lorella scrive:

    Beato te, almeno puoi dire che hai fatto una vacanza. Sigh.

  7. Silvia scrive:

    Mi è piaciuto galleggiare..

  8. Tom scrive:

    Vieste è tra le mie mete preferite insieme alla spiaggia immensa sulla parte orientale della città vicino le alture della ‘montagna del sole’.
    Ci sei stato alla Foresta Umbra?
    Tom

  9. Patrizio scrive:

    Tom: purtroppo non ci sono stato, ma tanto probabilmente ci tornerò l’anno prossimo…
    Lorella: non sai che fatica nascondere le teste aggiuntive.
    Silvia: galleggiare piace a tutti, non hai mai visto IT?

  10. la Simo scrive:

    oops, io invece ho ammorbato tutti :-O
    per fortuna i miei lettori ci sono abituati..! 😛

  11. occhidaorientale scrive:

    Ho appena postato una cosa che mi fa entrare di diritto tra quelli che tediano il prossimo 😛
    sopportatemi!

  12. Anna scrive:

    ti consiglio di leggere il mio post sulle vacanze….mancanza di acqua calda con successivo allagamento del bagno…. ^_______^

  13. Valnuke scrive:

    nammasso de troie

  14. Cicco scrive:

    Vacanza spettacolare…l’importante è galleggiare…sempre

Scrivi un commento



» Torna al Blog «




English Translation