« Torna al Blog

Risultato della ricerca per il tag selezionato:

L’uomo stocastico

lunedì 5 aprile 2010

di Robert Silverberg Il libro che ho impiegato meno tempo a leggere: 1 giorno. Il vero stocastico impara da solo a osservare ciò che al Centro per i processi stocastici abbiamo finito per nominare Intervallo di Bernoulli, cioè la pausa in cui chiediamo a noi stessi: “Possiedo dati sufficienti per trarne una conclusione valida?”. Dal […][...] → Continua a leggere

Apocalisse Tascabile

domenica 14 giugno 2009

di Mordecai Roshwald Questo tizio non l’avevo proprio mai sentito. Infatti non dovrebbe aver scritto molto, a parte un fantomatico Level 7 (1959) che sembra aver riscosso particolare successo. Il libro non è proprio di fantascienza. Parla, in modo semiumoristico, di guerra fredda, di ribellioni e di scalate di coloro che veramente hanno detenuto (detengono?) […][...] → Continua a leggere

Il meglio della SF (?!)

giovedì 22 gennaio 2009

Capita che ogni anno escano raccolte con i migliori racconti di fantascienza, e capita che dopo tot anni escano raccolte dei migliori racconti brevi di tali raccolte. Questo libro curato da Gardner Dozois ne è un (pessimo) esempio. La musica nel sangue è troppo famoso per inserirlo in un simile libro. La nanotecnologia va tando […][...] → Continua a leggere

Stelle che Bruciano

mercoledì 15 ottobre 2008

Ho finalmente finito di leggere questa raccolta. Vari racconti ultranoiosi, e alcuni che non sono neanche di fantascienza, ma altri belli. Sarà che i racconti di SF scritti da donne si riconoscono dalle prime 10 righe: protagonista femminile, ruoli centrali femminili, fiumi di parole per descrivere cose inutili, storia ai confini della fantascienza (quelli interni, che […][...] → Continua a leggere

Sergente Chip

lunedì 22 settembre 2008

Mi mancavano un po’ le raccolte di Hartwell. Ci trovo sempre quello che serve. Farò qualunque cosa necessaria per sopravvivere. E poi la troverò. Non conosco il suo nome o il suo rango, ma la troverò comunque. Caccerò e ucciderò ogni ufficiale di ogni compagnia e ogni battaglione finché non la avrò raggiunta. Leggerò nei […][...] → Continua a leggere

Gli orrori di Quetzalia

martedì 11 dicembre 2007

Gli aretiani non erano umanoidi. Burne presumeva che fossero discendenti dei lumaconi terricoli microcefali dell’era jemdetiana. Si spostavano dimenandosi, e il loro corpo luccicava di bava. Possedevano una cultura. […] Il gorgathon non era un insetto per le stesse ragioni pedantesche per cui non lo era un ragno. James Morrow ha pubblicato vari romanzi che […][...] → Continua a leggere

Mindscan

domenica 30 settembre 2007

In filosofia esiste il concetto di “zombie“. […] Uno zombie non è una persona, sebbene agisca in modo perfettamente simile a quello di una persona. […] Lo zombie è responsabile della maggior parte delle cose che diciamo. Incredibile come abbia potuto ritrovare, in questo romanzo hard sci-fi di Robert J. Sawyer, moltissimi pensieri astratti su cui […][...] → Continua a leggere

Venti Galassie

mercoledì 29 agosto 2007

Venti Galassie, o venti racconti selezionati da David G. Hartwell e Kathryn Cramer come i migliori del 2003. Su Urania Millemondi Estate. Avvolgenti abbracci inumani, e una deprimente guerra lampo di tutti ma per pochi. Amnesty. I giorni di nascita, la riproduzione omosessuale e Darwinismo invertito: la non sopravvivenza del meno adatto? Nel frattempo colline […][...] → Continua a leggere

L’anno del sole quieto

domenica 26 agosto 2007

Midrash. Non è un altro termine aramaico, è ebraico, e significa narrativa a sfondo religioso. Lo paragoni a un qualsiasi genere morderno: romanzi storici, gialli, rosa, fantasy; gli antichi ebrei amavano molto il midrash. Era il loro genere preferito; adoravano servirsi di personaggi ed eventi biblici nelle loro storie… se proprio vogliamo coniare un termine, […][...] → Continua a leggere


English Translation