No(n ne possiamo più) Anorexia

Ma perché invece di dedicare tutte queste attenzioni alle anoressiche, semplicemente non le abbattono? Basta comodini, viva le bisteccone.

(comodino deriva dalla sensazione che si prova nel toccare una ragazza troppo magra: è indistinguibile dalla serie di superfici, spigoli e angoli che la mano incontra la mattina quando tenta di spegnere a tentoni la sveglia sul comodino)

No Anorexia
Articolo su La Stampa

Chat immaginaria

t dv assolutam rakkontare 1 kosa
mangio vomito e torno, asp



25 Commenti a “No(n ne possiamo più) Anorexia”

  1. Honeyy scrive:

    L’anoressia è una malattia prima di tutto mentale, purtroppo, ma in fondo quelle ragazze andrebbero aiutate e non odiate, secondo me…

  2. tsunoemi scrive:

    e ora che facciamo?! “abbattiamo” le anoressiche come se non fossero persone?! No.. sono persone.. che come ognuno di noi hanno problemi. giustifico ma non condivido lo stile di vita delle anoressiche. Vanno aiutate. Non “abbattute”.

    baciotti.. 🙂

  3. elisa scrive:

    Ma ti rendi conto di che hai scritto?

    io faccio parte delle bisteccone, ma la mia miglire amica ha passato un brutto anno a causa dei (e spero che le stia passando) problemi di anoressia. E’ stato un periodo orrendo per lei, se posso permettermi. Capisco che noi persone “normali” (son troppo grossolana, lo so..)troviamo assurdo che una persona possa “odiare” il cibo, farsi del male per apparire più belle, leggi dettate dai media. Però è la loro relatà. E che fai? Le “abbatti”?

    Penso che finchè ne sentiamo parlare è un conto, poi se ci troviamo la realtà, sulle mani, anzi, sulle mani della persona a cui vuoi bene, con cui hai passato anni di scuola e che consideri tua sorella..beh, diventa anche un fatto personale. Queste persone vanno aiutate,NON DERISE. Deridendole non le si aiuta. stann già abbastanza male.

    Non siamo nessuno per giudicarle, anche perchè c’è chi fa il perfetto contrario.Per esempio, io, ho sempre avuto dei roblemi con il cibo.
    Comunque se devi vederla solo da un punto di vista “relazionale” (la sensazione “comodino”) sei messo male, e scusami se te lo dico.
    Le persone non sono da toccare e basta. Sarà che ho visto la mia amica piano piano scomparire, sarà che son cresciuta in un ambito spedaliero..
    sarà tutto quel che volete, ma non hai il diritto di giudicarle.
    E’ una malattia, ripeto, la combattono da sole anche se cerchiamo di aiutarle.
    e tu dirai “ma se la sono cercata”. accade così anche ai drogati, a chi ha un tumore al polmone dalle troppe sigarette..però a loro non gli dedichi un post, non li prendi per il culo con un linguaggio da 15 enne(t dv assolutam rakkontare 1 kosa
    mangio vomito e torno, asp). E poi, scusami, così parlano le BULIMICHE.

    Sii un po’ più obiettivo, per favore.o almeno abbi la decenza di non scrivere cazzate così immani. Sero che non ti capiti mai di aver a che fare con la malattia o con persone anoressiche.
    spero di esser stata chiara..
    anche se son troppo brusca di modi

    elisa

  4. Patrizio scrive:

    Elisa, si vede che non mi conosci. Per me drogati, fumatori incalliti, anoressiche, alcolizzati, e tanti altri, sono tutti assolutamente nello stesso calderone: quello della gente che era meglio se non nasceva proprio. E se davanti casa avessi un cartellone di un drogato che si buca, invece di quest’umanoide rinseccolito, avrei fatto un post su di loro. Cinismo? Odio verso il prossimo? Come ti pare. Sarà una malattia, aiutatemi!

    In ogni caso, io penso che il miglior aiuto che si possa dare ad un’anoressica è dirle quanto fa schifo, e andare a spassarsela con la sua amica bruttina, cicciottella e allegra.

  5. elisa scrive:

    Ma te ti reputi senza difetti? senza deblezze? che cazzo di umano sei?
    “ono tutti assolutamente nello stesso calderone: quello della gente che era meglio se non nasceva proprio.” cioè, ma sei fuori come un balcone!
    Spero che quando avrai un problema, ci sia sempre qualcuno ad aiutarti. Le dipendenze sono brutte è vero, ed è anche vero non ci si può addossare le colpe degli altri, ma definirle “esseri che neanche dovevano nascere” non ti sembra un pochetto esagerato? dimmi chi sei tu per definirli così. pensi di esser migliore? sei perfetto? poveretto, sei proprio solo allora.

  6. chenal scrive:

    noi donne a volte stentiamo a capire le cose più semplici!

  7. Patrizio scrive:

    Elisa, il fatto che io non faccia pesare al mondo i miei difetti e le mie debolezze non significa che non ne abbia. Quando metteranno la mia peculiare inettitudine verso la vita su di un cartellone pubblicitario di 12 metri per 4, ascolterò con rassegnazione coloro che mi giudicheranno male. E quel giorno in cui tutte le persone care avranno da preoccuparsi per via delle mie manie autodistruttive, mi decorerò con un po’ di spezie e mi tufferò nel calderone anch’io.

    Tra l’altro tra i miei difetti c’è un sottile razzismo supponente e cinico, che non riesco sempre a non far pesare, e che tu non hai esitato a giudicare. Quindi lasciamo stare ‘sta storia dei giudizi: i giudizi si possono dare, tutti li danno. Sono le sentenze finali a procedere che non si possono dare. Il mio è solo un giudizio personale, non muore nessuno se dico muori.

  8. elisa scrive:

    Ah, beh, per metter pace su questo punto ti do ragione. Effettivamente siamo in un paese libero quindi possiamo dire la nosra (curioso sto scambio di giudizi). Non muore nessuno se dici “muori” ma è un pelino BRUTTO dirlo aperamente. Di solit la morte non si augura tra comuni mortali.

  9. Patrizio scrive:

    beh, il fatto è che io non sono tanto bravo a scrivere. Forse parlando riesco a rendere meglio il mio pensiero, pensiero in cui concetti come il “morire” suonano molto più come romaneschi “ma annate a morì ammazzati” che come statunitensi sedie elettriche.

  10. elisa scrive:

    beh, se è così mi scuso per la precipitosità. Diciamo che non avevo colto il ma annate a morì ammazzati !!! =)
    Perdona, a volte le prendo sul personale!

  11. Anduril88 scrive:

    ho letto che a Torino stanno facendo in modo che i negozi non abbiano taglie inferiori alla 42..proprio per evitare l’anoressia che c’è in giro..chissà se funzionerà..

  12. sonoetta scrive:

    mi permetto di intervenire… forse quello che sta tentando di dire Patrizio e’ che se gridiamo al mondo che “magro” non e’ un modello di vita degno di ammirazione forse cureremo il problema alla fonte. queste ragazze si ammalano perche’ qualcuno e’ riuscito a far loro credere che magro, magrissimo e’ bello. Patrizio sta dicendo che “ciccia” e’ bello e “magro -troppo magro” non lo e’.
    aggiungerei che ne’ magro ne’ ciccia sono belli. SANO e’ bello

  13. La Mondina scrive:

    Siiiiii!!! Viva le bisteccone 😀

  14. mary scrive:

    finalmente un uomo a cui piace la ciccia!!!!se ragionassero tutti come te noi ragazze ci sentiremmo piu carine invece di voler assomigliare a questi stereotipi che ci propongono i media.sei un grande…mi hai fatto sentire meglio..grazie.ciaoooo!!!!

  15. curlyz scrive:

    evvai…..che bello sapere che c’è un sostenitore della categoria a cui appartengo….quella delle “donne in carne!!!!

  16. Albon scrive:

    Sono daccordo con patrizio.Il troppo magro nn ha assolutamente niente di affascinante.Io come uomo preferisco una donna con un pò di ciccia ,dove quanto meno posso aggraparmi,piuttosto che una donna magrissima con un fisico da modella che ha i complessi sul cibo.

  17. Lucrezia Charlie scrive:

    Ho assistito allo scambio di battute Elisa/Patrizio.

    non ho dubbi che tu sia donna e che tu stia infangando, per l’ennesima volta, la categoria femminile ( un pò come gli uomini che mandano a fanculo i loro principi per un appuntamento con “l’ultima bellina” ). le anoressiche, nella maggior parte dei casi ragazzine dai 15 ai 18/19 anni, diventano quello che sono A) per una questione di lavoro ( moda, quello che vuoi ) B) per una questione di autopiacenza inesistente. se uno è insoddisfatto di se, cosa fà, non mangia? io penserei alle cose di me che mi soddisfano e magari mangerei, fanculo che il ragazzo con cui sono uscita mi ha detto “c’hai le maniglie dell’amore”.

    le persone con problemi si gettano sempre sulle soluzioni drastiche e io lo vedo un pessimo modo di apparire e gettare su di se l’attenzione, tentativo sprecato perchè oramai ci sono così tante persone con lo stesso problema che uno si rassegna, è come quello che beve per dimenticare, quello che si droga per sfuggire ai problemi del mondo, quello che non ha fatto un cazzo della sua vita e ora fà il barbone. ho lo stesso parere di Pat con la differenza che, amen se sono nati, ma si rendessero utili perchè gente così, gente debole, è inutile.

    non c’è nulla da fare: risolvere i problemi è un arte di pochi, non risolverli quella di molti.

    detto questo mi snatcho pure e sono una donna felice di aver fatto un commento intelligente.

    Lucrezia Charlie in arte: Elleci.

  18. Patrizio scrive:

    sonoetta: effettivamente il tuo è un ottimo metro di giudizio.

    albon: i complessi sul cibo sono estenunanti, sopratutto quando diventano l’ordine del giorno di qualsiasi discussione. Neanche gli uomini primitivi si preccupavano così tanto del mangiare.

    Elleci: un giorno ti offro un big mac!

  19. Eli scrive:

    GRANDE

  20. dilloconparolemie scrive:

    se un grande!!!! anch’io la penso così, per questo adoro che il fatto che il mio ragazzo sia un pò cicciottello, e che cavolo almeno quando mi appoggio a lui sento morbido ciaoooo

  21. aniston scrive:

    Hai ragione! Calcola, invece che io sono una mangiona e non mi so contenere. Perfortuna ho i miei amici che ogni tanto mi ricordano che mi devo limitare per la mia salute. E cmq sono fortunata perchè mangio di tutto o quasi, e non in grasso molto.
    Infatti come mi dicono spesso sono una che gli piace mangiare di gusto… a voglia……
    Ciao simo

  22. Kelly Jenn scrive:

    si.. tra l’altro sembra diventato di moda parlarne ovunque, è l’argomento del momento…, a parte grillo!

    Ora polemiche a miss italia.. perchè è stata eletta quella più magra… ci credo, l’altra aveva una faccia da scorpione!!!
    Hanno subito detto:” Un’altra volta eletta la più magra!”

    Ora non per polemizzare oltre, ma quella dell’anno precedente, che trovavo splendida, non mi sembrava per nulla al mondo la più magra!

    E’ l’orgomento del momento.
    Tra l’altro ce n’era una che dire anoressica era davvero poco… allora si che ci saremmo potuti incazzare!
    ma.. che mondo di pirla!

  23. Valnuke scrive:

    ma state zitte puttane

  24. la fra' scrive:

    …evvai! allora preparo forchetta e coltello! 😉 (però posso dirlo?? a me fa troppo impressione quella foto…ci passo davanti sulla strada lavoro-casa e mi dà una noia….) baci!

  25. Ale scrive:

    Che branco di idioti…

Scrivi un commento



» Torna al Blog «




English Translation